Margno Valsassina Lago di Como

Home Passeggiate per tutti

Passeggiate per tutti

– raggiungere l’Alpe Paglio in macchina e poi proseguire a piedi sino a Pian delle Betulle(20’), Jungle Rider Park, si può prendere la seggiovia ed arrivare alla Cima Laghetto, dove lo sguardo spazia sul lago di Como e uno spicchio di quello di Lugano, sul Monte Rosa e sul Monte Cervino o decidere di proseguire per gli alpeggi di Ortighera e Oro.  – arrivati in macchina all’Alpe Giumello lasciarla al parcheggio e a piedi proseguire verso l’Alpe Chiaro (20’), balcone naturale a picco sul lago,da cui si possono ammirare le Alpi. In altre due ore di cammino si può girare intorno al Monte Muggio il panorama spazia dall’Altolago alla Valvarrone e al Legnone, il sentiero si snoda tra boschi e pascoli e poi ritorna al parcheggio

 

– da Margno in auto direzione Narro, proseguire per Sanico, oltrepassato l’abitato arrivare ad un tornante con indicazione San Grato, si parcheggia e proseguendo attraverso il bosco di castagno in 5’ si raggiunge la chiesetta trecentesca di San Grato da cui si gode una splendida vista sul lago, ci sono ampi prati su cui giocare e fare pic-nic.

 

– da Margno verso Vendrogno lungo l’antica mulattiera che conduceva al lago (1h30’), se si prosegue si scende a Bellano passando per Lezzeno dove si può visitare il Santuario della Madonna delle Lacrime, alla stazione di Bellano si può prendere l’autobus e ritornare a Margno.  – da Margno a Taceno (30’) seguendo il sentiero che passa dall’antico nucleo fortificato di Bagnala, che nell’Alto Medioevo controllava l’accesso all’Alta Valsassina, si arriva alla Chiesa di Taceno con il suo antico organo composto da 619 canne.  Si visita il vecchio abitato dove tredici “finestre sul passato” affreschi di immagini, volti e lavori della cultura alpina ci raccontano la storia di Taceno, si può tornare a Margno con l’autobus.

– da Margno a Vegno (15’) e da lì attraverso i prati sul sentiero che ci collega a Crandola, ritorno a Margno sulla strada comunale.

– da Margno verso Codesino, attraverso la strada tra stalle e pollai si arriva a Casargo, dietro la vecchia latteria si snoda una stradina che passando a fianco di un antico lavatoio prosegue sino a Somadino dove si può visitare la Chiesetta di Santa Margherita, la più antica della valle.

Queste sono solo alcune delle passeggiate che si possono fare, anche con i bambini piccoli nei pomeriggi di bel tempo tra le farfalle e le fragoline di bosco alla ricerca di erbe, piccoli frutti e in autunno di funghi e castagne.  Il Lago di Como (Bellano) dista dal bed and breakfast solo 12 km, ecco alcune delle mete facilmente raggiungibili:  – a Bellano frazione Oro si incrocia una delle tratte del Sentiero del Viandante che parte da S.Martino (Abbadia Lariana) e si sviluppa per circa 35 km su mulattiere e sentieri delle prime pendici delle montagne che bordano il lago , il sentiero termina a Colico nei pressi del Santuario della Madonna del Pozzo.  Sempre a Bellano si può visitare l’Orrido, gola naturale scavata dal torrente Pioverna, le cui acque hanno modellato gigantesche marmitte e suggestive spelonche, la Chiesa di Santa Marta e il vecchio abitato. Vi sembrerà di scorgere i personaggi dei libri di Andrea Vitali camminare tra i vicoli e le piazzette e sbirciando dentro i cortili e gli androni delle vecchie case sentire le comari spettegolare.

– da Bellano superato l’abitato di Dervio (trovate una bella passeggiata lungolago) si arriva al borgo di Corenno Plinio, un tempo fortificato da mura, che si sviluppa intorno al Castello e alla Chiesa.  Le antiche case, le contrade ripide, le scalette scavate nella roccia che portano al lago rendono unico questo antico borgo. Proseguendo sulla strada verso Colico si arriva al bivio per l’Abbazia di Piona, si possono visitare il parco, la Chiesa e il Chiostro ed acquistare dai Monaci Cistercensi, che ci vivono e lavorano, i famosi liquori ricavati dalle erbe aromatiche.

 

– da Varenna a piedi o in macchina al Castello di Vezio dove oltre allo splendido paesaggio potrete ammirare il Falconiere del Castello con i suoi rapaci.

 

– a Varenna alla partenza del ferry-boat inizia la Passeggiata degli Innamorati che si snoda a picco sul lago e porta al centro storico del paese dove ci si perde tra i vecchi vicoli,le contrade e i portici alla scoperta di negozietti e ristorantini.  Da visitare Villa Monastero e Villa Cipressi con i suoi magnifici giardini.

Da Bellano o da Varenna ci si può imbarcare e scoprire il lago navigando sulle sue acque.  Si possono catturare scorci unici delle sue sponde dominate da rigogliose vegetazioni, sontuose ville e piccoli borghi e raggiungere località quali Bellagio, nota in tutto il mondo come “la Perla del Lago di Como”, o Tremezzo dove visitareVilla Carlotta e i suoi meravigliosi giardini all’italiana.